Ricordo del prof. Massimo Barale

Massimo-BaraleÈ scomparso nella notte del 24 settembre il professor Giuliano Massimo Barale, lasciando un vuoto incolmabile, come filosofo e come persona.

Nato a Verona nel 1941, si è laureato nel 1963 all’Università di Pisa, avendo quali principali punti di riferimento maestri come Arturo Massolo, Francesco Barone e Giorgio Colli. Allievo della Scuola Normale Superiore, ha conseguito nel 1967 il diploma di perfezionamento in Filosofia. Quale borsista del governo francese, ha potuto arricchire il suo percorso formativo con soggiorni di studio presso la Sorbona e l’École Normale Superieure.

Nella facoltà di Lettere e filosofia dell’Università di Pisa è stato attivo fin dal 1964 quale assistente di Storia della filosofia e di Filosofia morale, successivamente è stato professore incaricato di Pedagogia (1972-84) e professore associato di Filosofia della storia (1984-94). Chiamato nel 1994 alla cattedra di Filosofia teoretica della facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Genova, è rientrato a Pisa nel 1997 quale professore ordinario di Filosofia morale e dall’anno accademico 2001-2002 di Filosofia teoretica. In questo arco di tempo ha promosso e coordinato una decina di programmi di ricerca di interesse nazionale.

A questa intensa attività didattica ha affiancato un costante impegno negli organi istituzionali, quale membro tra gli anni ’80 e ’90 prima della Commissione d’Ateneo per l’istituzione dei Dipartimenti e poi del Senato Accademico allargato per la redazione del nuovo statuto.

Nel 2011 è stato insignito dell’Ordine del Cherubino.

Inschibboleth vuole ricordando con il video del suo intervento alla Summer School di Alta Formazione Filosofica (edizione 2014)

 

 

Inschibboleth vuole ricordando con il video del suo intervento alla Summer School di Alta Formazione Filosofica (edizione 2014)